Sagra del cinghiale e del maiale nero ad Antillo

Il paesino si chiama Antillo, si trova nella provincia di Messina, un piccolo comune con solo 974 abitanti. La Sagra del cinghiale e del maiale nero avviene ogni anno il primo sabato e domenica di dicembre; è un’occasione per far conoscere i prodotti tipici locali ottenuti dalla lavorazione delle carni del maiale e del cinghiale: salsiccia, salumi, porchetta, lardo, frittuli. L’allevamento del maiale ad Antillo vanta una tradizione secolare. In tutta la Val d’Agrò un vero allevamento in massa del maiale esisteva solo ad Antillo; La Sagra del maiale e del cinghiale ospita anche una ricca e variegata mostra mercato dei prodotti tipici antillesi (funghi, olio, vino, miele, frutta secca, pane casereccio, formaggi, ecc. oltre agli apprezzati prodotti dell’artigianato locale). Per me è stata un esperienza che rifarei volentieri e che mi ha dato tanta soddisfazione conoscere nuove tradizioni e gente spettacolare !!! Grazie al mio fedelissimo cellulare sono riuscita a fare foto comunque stupende.

Quest’anno, dicevano i contadini di Antillo che ci sono stati problemi a trovare dei funghi, tuttavia qualcuno li aveva trovati :))

Un bel cesto creativo con vari funghi:

Coloratissimi cavolfiori siciliani:

Al inizio ero in dubbio se fossero finte, dopo averle palpeggiato per bene mi ero convinta che erano delle verissime zucche :))

Non di certo potevano mancare i vari tipi di mele, pere, arance, mandarini, fichi d’india, fichi secchi, tutti prodotti locali di grande sapore!

Qui un signore ha appena infornato una cuzzola:

Le cuzzole sono delle pagnotte soffici schiacciate  che vanno infornate nel forno a legna e poi tagliate a metà e farcite a piacere: salsiccia, formaggio.. salse particolare a base di olio condito, tipiche di questo paesino.. A me è piaciuta tantissimo la cuzzola condita semplicemente con l’olio al origano e aglio e peperoncino fresco piccante, e qualcosa dell’altro mondo !!!!

Un signore e la sua famiglia ha proposto nel suo banco dei maltagliati fatti al momento:

Aveva anche del sugo son carne di cinghiale, patate, peperoni e funghi… Solo per il profumo di questo sugo mi sono fermata qui a mangiare:

Pronti per essere impiattati:

Ecco finalmente un volontario che si è offerto per farsi fare una foto mentre cucina ardentemente le sue castagne:

Anche questa è un ottima tecnica di arrostire le castagne:

Quasi pronte … !

Via nel sacco e si mangia ;))

gira…

Pronti per l’assaggio ..

Salsiccia alla brace e diversi tagli di carne:

Salame artigiano locale:

Pecorino locale fresco e stagionato:

” Couscousateci ” :)))

Miele, vari tipi di marmellata… liquori:

Cannoli con varie farce; Io ho assaggiato quello alla crema di castagne… buonissimo !

Una signora è riuscita a fare tutti questi dolci in due giorni per poi portarli alla sagra:

I topolini erano davvero squisiti, sono a base di crema alla vaniglia… Non centreranno niente con la zona ma hanno fatto centro 😉

Ho trovato persino un vecchio cartello telefonico!


✉ RICETTE VIA E-MAIL: È UN SERVIZIO GRATUITO E PUOI CANCELLARTI DALLA RICEZIONE IN OGNI MOMENTO:

Scrivi un commento:

 

VISUALIZZAZIONI 5.443